eventi

nel cuore delle iniziative

21.12.2010 | Eventi

La Pietra IL CASONE nello showroom di Frassinagodiciotto

Bologna
../../media/post/pag_643.jpg

Nel centro storico di Bologna, in una piccola strada che si apre su un ampio cortile, lo showroom Frassinagodiciotto è uno spazio espositivo in continua evoluzione. Questo bellissimo open space, nato dal recupero di un vecchio magazzino, oltre ad essere la sede di Frassinagodiciotto, il cui team è composto da architetti, paesaggisti e specialisti nella realizzazione di esterni, è un’esposizione di piante, vasi, luci, elementi di arredo dei migliori marchi selezionati a livello internazionale, di volta in volta pensati e collocati in nuove scenografie. L’allestimento in corso è stato pensato per simulare un vero e proprio “bosco”, quindi introducendo elementi arborei di piccola-media dimensione. La pedana centrale in legno  circoscrive il bosco e costituisce il fulcro dell’open space. A terra, la superficie il pietra serena IL CASONE fa da tappeto naturale, in piena armonia con i colori e la matericità della degli oggetti esposti e della texture del legno. L’uso scenografico della luce restituisce l’idea di camminare sotto le fronde, con i raggi che filtrano dall’alto, gettando ombre morbide e mutevoli sugli arredi sottostanti.

Bologna
Via Frassinago 18/2 

tel. 051 330888

Orari: 9:30-13:00; 15:30-19:30. 

Chiuso sabato pomeriggio e domenica

› www.frassinagodiciotto.com

 ../../media/post/pag_644.jpg
19.11.2010 | Eventi

Outdoor e materiali

IL CASONE a Villa Mussolini con il prototipo Orizzonti Sereni
../../media/post/pag_635.jpg
Seguendo il tema “la pietra nei luoghi di vacanza e relax”, Luca Scacchetti ha ideato, in collaborazione con IL CASONE, il prototipo per l’arredo urbano “Orizzonti Sereni”, presentato all’ultima edizione del SUN, in occasione della rassegna “da nido a guscio”.
Nata già nel 2007 dalla collaborazione tra Ottagono e il SUN, con l'intenzione di stimolare la progettazione in ambiti particolari e spesso trascurati dell’arredo per esterni, la rassegna approda a Riccione, dal 20 novembre al 9 gennaio, per promuovere la mostra “Outdoor e materiali”.
../../media/post/pag_637.jpg
Un contesto fertile e creativo, dove designer e aziende affrontano percorsi comuni per la progettazione e prototipazione di arredi per luoghi di vacanza e relax, all’insegna dei materiali naturali, attenti alla qualità, all’ambiente e alla tecnologia.
“Orizzonti sereni” è un sistema di panche, luci, getta carta, portabici, fioriere, porta informazioni, fontane che si costituisce per aggregazioni continue di lastre di Pietra Extraforte IL CASONE, spesse, meno spesse, sottili, in blocchi alti e magri, bassi e larghi, orizzontali e verticali.
Ogni pezzo ha un incastro, un rilievo, un su e giù che permette di aggiungere un altro elemento, panca dopo panca, o passando da una panca ad una fonte, ad una luce, ad un cartello informativo, ad una seduta in piedi, ad un muro o ad un setto.
La Pietra Extraforte, declinata nelle sue diverse lavorazioni, permette così un caleidoscopio di forme, funzioni e di infiniti grigi, per un uso nuovo e contemporaneo dei nostri spazi pubblici, dove conta la funzionalità, ma dove ha grande rilievo anche l’estetica.

../../media/post/pag_636.jpg
25.10.2010 | Eventi

Un nuovo concetto di sostenibilita'

La pietra serena IL CASONE nel sistema "Genera"
../../media/post/pag_622.jpg

Genera è il primo sistema integrato tra verde pensile, solare fotovoltaico e biolago. Un nuovo concetto di sostenibilità applicata all’architettura, in cui Acqua, Energia solare e Verde non sono più componenti separate bensì elementi di un progetto realmente sostenibile.
Per illustrare in modo compiuto il funzionamento di questa integrazione, è stato creato a Bologna un modello in scala 1:1: “Progetto Genera” è un prototipo dalla struttura trasparente, con copertura verde e impianto fotovoltaico e un biolago che ne lambisce due lati.
Rispetto dell’ambiente, efficienza energetica e impiego di materiali naturali ne hanno guidato la realizzazione. Ecco perché, anche per delinearne il contesto, è stata scelta la pietra naturale.
IL CASONE infatti ha fornito dei grossi blocchi di pietra serena, sovrapposti e assemblati come a creare delle scale naturali da cui poter osservare l’intero complesso dall’alto. Un punto di osservazione, quindi, pensato e realizzato in linea con la logica di biocompatibilità.

Per saperne di più su “Progetto Genera”:
stand Np Energia / Saienergia c/o Pad.14 stand C8-D7


../../media/post/pag_629.jpg
fotografie: " Spazio9 - Paolo Panzera"
11.10.2010 | Eventi

Da nido a guscio: materiali naturali nei luoghi di vacanza e relax

Il CASONE al SUN 2010
Rimini 14-16 ottobre

../../media/post/pag_618.jpg

Si chiama “da nido a guscio” l'idea nata già nel 2007 dalla collaborazione tra Ottagono e il SUN, con l'intenzione di stimolare la progettazione in ambiti particolari e spesso trascurati dell’arredo per esterni. La formula studiata permette ai designer di pensare a un prodotto innovativo e, nello stesso tempo, di entrare sin da subito nella fase di prototipazione grazie alla collaborazione diretta con le aziende.
Per il 2010 si è scelto di indagare il tema dei materiali naturali.
In questo contesto IL CASONE partecipa nella realizzazione del prototipo “Orizzonti Sereni” sviluppando il tema “la pietra nei luoghi di vacanza e relax” sotto la guida progettuale e la direzione artistica di Luca Scacchetti.
“Orizzonti sereni” è pensato come un sistema di panche, luci, getta carta, partabici, fioriere, porta informazioni, fontane che si costituisce per aggregazioni continue di lastre di Pietra Extraforte IL CASONE, spesse, meno spesse, sottili, blocchi alti e magri, bassi e larghi, orizzontali, verticali.
Ogni pezzo ha un incastro, un rilievo, un su e giù che permette di aggiungere un altro elemento o in continuità funzionale, panca dopo panca, o passando da una panca ad una fonte, ad una luce, ad un cartello informativo, ad una seduta in piedi, ad un muro o ad un setto.
Un sistema praticamente infinito di possibili incastri di pezzi diversi” afferma Luca Scacchetti, “diversi morfologicamente, ma diversi anche nelle finiture della Pietra Extraforte, dal levigato al fiammato, allo scalpellato a mano, al bottonato, al bocciardato, al damasco, al broccato, alla seta, al rigato a mano.
La Pietra Extraforte, declinata nelle sue diverse lavorazioni, permette così un caleidoscopio di forme, funzioni e di infiniti grigi, per un uso nuovo e contemporaneo dei nostri spazi pubblici, deve conta la funzionalità, ma dove hanno grande rilievo anche l’estetica e il comfort.

› www.sungiosun.it
23.09.2010 | Eventi

IL CASONE a Marmomacc 2010

Quattro domande a UAINOT Architetti sulla ''Litodiversita' ''
../../media/post/pag_605.jpg

Intervista di Valentina Valente

In occasione di Marmomacc 2010 incontriamo lo studio di architettura UAINOT, ideatore del concept “Litodirvesità”, l’allestimento dedicato ai materiali lapidei in cui la pietra del CASONE è protagonista in uno spazio che, volutamente, diviene occasione di ricerca sulla materia stessa, sul progetto e sul linguaggio architettonico contemporaneo nonché luogo da esplorare, capace di emozionare.
Diverse le pietre arenarie fornite da IL CASONE per questo contesto, ognuna per la sua forza espressiva e la sua caratterizzazione materica. In particolare, la Pietra Serena, lavorata con superficie a spacco e il Colombino, connotano “IL CUORE” e “LA CAVA”, due degli elementi principali dell’allestimento che, secondo il concept di UAINOT Architetti, prende ispirazione dalla chimica biologica e dalla struttura delle molecole che compongono il mondo organico.

../../media/post/pag_606.jpg

Abbiamo approfondito questi temi con i progettisti:

Litodiversità”, un tema piuttosto insolito su cui riflettere. Che cosa vi ha dato, in termini di conoscenza della materia, questa esperienza progettuale?
Siamo partiti dall'analisi della composizione della materia avendo come sfida davanti a noi la "trasformazione dell'inorganicità della pietra in elementi organici di complemento", percorrendo un itinerario al contrario dove non volevamo accettare la mancanza di vita in un elemento così prezioso per la nostra cultura come è la pietra.

Quali sono, dal vostro punto di vista operativo e progettuale, le caratteristiche più significative dei materiali lapidei?
La matericità in primis, la loro effettiva duttilità e la grande facilità di utilizzo nella trasformazione dello spazio. Bisogna davvero partire dalla cultura dell'applicazione del materiale litoide per comprendere che a differenza dell'immaginario collettivo, la pietra è un materiale utilizzabile in quasi tutte le applicazioni e i complementi costruttivi del nostro mondo abitativo.

../../media/post/pag_607.jpg

Parliamo di Pietra serena, Michelangelo la definiva la “pietra color del cielo”. Che sensazione vi ha dato plasmare in chiave contemporanea un materiale dalla tradizione così forte e storica nel nostro paese?

Proprio dalla cultura della pietra è partita la nostra progettazione, infatti la pietra è sempre stata contemporanea nel susseguirsi delle epoche ed in particolare la Pietra Serena appartiene a noi ed alla nostra cultura. Solo per questo non abbiamo mai avuto nessun timore reverenziale nell'approccio del progetto, ma lo abbiamo vissuto come stimolo nella ricerca della sua trasformazione e nell'utilizzo delle tecnologie avanzate.

Infine, quanto contano nel percorso di crescita di uno studio come il vostro queste esperienze che legano architetti e aziende in progetti comuni di ricerca sul linguaggio architettonico?
Queste esperienze sono lo strumento per la nostra crescita nella conoscenza delle materie e delle loro potenzialità applicative. Attraverso il confronto con le diverse sinergie creative, commerciali e produttive si riesce a stabilire il giusto equilibrio tra pensiero e realtà, unica strada possibile per lo sviluppo del prodotto nel futuro.

../../media/post/pag_608.jpg
13.09.2010 | Eventi

Green Invasion

Piccole piazze di Pietra Serena IL CASONE nell'area outdoor di Abitare il Tempo
../../media/post/pag_598.jpg

La scenografia “Green Invasion”, ideata da Frassinagodiciotto per gli spazi esterni di Verona Fiere e per il Padiglione 1 in occasione di Abitare il Tempo 2010, nasce dall'idea di un' invasione pacifica (e auspicabile) della natura nel paesaggio fortemente antropizzato in cui viviamo.
Cinque grossi elementi cubici verdi, (dimensioni 10x10x10 metri) compariranno in modo semi-sommerso e con una disposizione irregolare, come se fossero caduti dal cielo, piantandosi nel grande lotto cementizzato antistante i padiglioni.
Attorno a ciascun cubo nascono delle piccole oasi di verde e ghiaia, nelle quali si inseriscono le piazze quadrate, pavimentate in pietra e destinate alle aziende espositrici.
Per queste “piazze” è stata scelta la Pietra Serena de IL CASONE, in una lavorazione classica, levigata, con lastre dal formato quadrato, di 76 x 76 e spessore 2 cm.
La figura ricorrente del quadrato e del cubo, scelta da FrassinagoLab, lo studio di progettazione di Frassinagodiciotto, è un richiamo alla razionalità dell’uomo, umanizzata dalla natura, rappresentata dal rivestimento vegetale. Una sorta di "colonizzazione", accolta positivamente dall'uomo, consapevole dei benefici che può apportare.
Frassinagodiciotto, in linea con i percorsi espositivi già studiati per Abitare il Tempo nelle scorse due edizioni, ha ideato quindi un allestimento dall'impatto visivo forte, funzionale per le aziende e bello per i visitatori.
La Pietra Serena de IL CASONE, materiale particolarmente amato dallo studio bolognese, ha una personalità forte ma non invadente, in grado di esaltare gli arredi e i materiali esposti e di rendere l’ambiente raffinato e confortevole in sintonia con il principale obiettivo dell’esposizione: diventare un “salone all’interno del salone” tutto dedicato all’outdoor, dove l’elemento naturale e quello progettuale si incontrano, per creare una cornice ideale alle idee più creative del settore.

› www.abitareiltempo.com
carica altre news
top