eventi

nel cuore delle iniziative

14.09.2009 | Eventi

Abitare il tempo. Quest'anno è anche outdoor.

Le pavimentazioni IL CASONE nell'allestimento curato da Frassinagolab
../../media/post/pag_344.jpg
Un nuovo spazio espositivo ma non solo: quest'anno Abitare il Tempo ospita una sezione interamente dedicata all’outdoor, studiata per diventare anche area di sosta all'aperto, tra l'ingresso e il nuovo padiglione 1.
La progettazione è dello studio Frassinagolab di Bologna, che ha ideato un gigantesco tappeto colorato che si srotola, intercettando le traiettorie ed i percorsi dei visitatori, catturati in un nuovo sistema di prospettive attraverso delle linee che, assumendo volume e corpo, diventano ora seduta, ora fondale, ora rivestimento verde.
Lo spazio esterno viene così ad assumere una sua connotazione identificativa, arricchita da oggetti di design e di arredo outdoor, e riproposta anche in parte all’interno del padiglione 1.
A segnare questi percorsi è la pavimentazione in pietra serena IL CASONE, usata in tutte le aree espositive nel formato 76 x 76cm (spessore 2 cm, finitura levigata) e nelle aree di passaggio nel formato 50x160cm (spessore 4 cm, finitura sabbiata). Un "tappeto" in pietra naturale, quindi, che si sposa perfettamente con il concept espositivo, ideato per rispondere alla sempre più sentita esigenza di rapportarsi con gli spazi aperti.

../../media/post/pag_343.jpg
Le aziende espositrici: Atmosphera, Castiglione relax, Coro, De castelli, De Padova, Kettal, Pratic, Sit on it, Viteo.
Le aziende che collaborano alla realizzazione dell'allestimento: Il Casone, Blooms/frassinago18, De Castelli.

Abitare il Tempo
Fiera di Verona, 17-21 settembre 2009
INTRECCI DI PROSPETTIVE
area esterna al padiglione 1
13.10.2008 | Eventi

Il Casone alla Biennale di Venezia

L'azienda incontra gli architetti di "Uneternal City"
../../media/post/pag_143.jpg

Il CASONE fa parte delle aziende sponsor della mostra "Uneternal City" alla 11° Biennale Internazionale di Architettura di Venezia. Il 18 ottobre, IL CASONE, insieme alle altre aziende, incontrerà tutti gli studi di architettura che hanno partecipato alla realizzazione della mostra. A partire dalle ore 13, presso le Artiglierie dell’Arsenale, sarà quindi possibile ascoltare la voce dei protagonisti della mostra e incontrare le aziende che l’hanno resa possibile. Nell’ambito di questo evento verrà anche presentato il numero monografico della rivista Paesaggio Urbano, di Maggioli editore, tutto dedicato ad "Uneternal City".
Il CASONE ha scelto di essere presente alla Biennale sostenendo questa particolare mostra e confermando la sua intenzione di supportare la diffusione della cultura e della creatività in campo architettonico.
L’allestimento della mostra, inoltre, è di particolare interesse ed ha ricevuto la nomination per il Leone d’oro per il miglior allestimento.
Curata dal direttore, Aaron Betsky, la mostra intende proseguire la riflessione sul concetto di “discontinuità” avviata trenta anni prima in occasione della mostra "Roma Interrotta", voluta nel 1978 dal Sindaco Giulio Carlo Argan, e organizzata da Piero Sartogo, con l’obiettivo di promuovere un dibattito sulla modificazione “parziale” della città.
Per Uneternal City Aaron Betsky ha invitato 12 studi di architettura (7 studi romani, 2 europei, 2 americani e 1 asiatico – Centola Associati, Delogu Associati, Giammetta & Giammetta, Labics, N!Studio, Nemesi, T-Studio, Big – Bjarke Ingels Group, Clark Stevens, Koning Eizenberg Architecture, MAD, West 8) ad elaborare delle proposte progettuali e delle riflessioni ponendo l’accento in particolare sulle periferie della città di Roma.
Data l’eterogeneità degli studi invitati, la mostra prefigura le trasformazioni di una metropoli contemporanea come Roma attraverso diversi punti di vista e prospettive dove trovano spazio anche visioni futuriste, utopiche e surreali.

www.la biennale.org
08.09.2008 | Eventi

Il Casone a Sana 2008

La pietra serena del Casone approda a "Sana con gusto"
Il Casone sarà presente a Bologna, dall’11 al 14 settembre alla fiera Sana che quest’anno festeggia l’edizione numero 20 con diverse iniziative sia in fiera che in città.
Sana è dedicata al buon vivere.
Cibo sano e buono, salute e cura di sé, una casa capace di offrire semplicità, naturalità e bellezza: ecco le
 tre aree storiche di Sana da cui emerge un progetto sempre più vicino ai bisogni delle persone, un’idea di benessere nuova, attualizzata rispetto ai nuovi stili di vita.
Il Casone, azienda attenta ai temi della sostenibilità e della qualità dell’abitare, fornirà la pietra serena levigata per la pavimentazione di 240 mq all’interno dell’area “Sana con Gusto”, uno spazio “live” di grande visibilità, autentico cuore pulsante della manifestazione. In quest’area aziende e associazioni metteranno in scena le proprie performance: degustazioni, dibattiti, concorsi con l’alimentazione come filo conduttore.
Insomma, cibo sano in un ambiente sano, come vuole la filosofia di questa fiera.
Il pavimento in pietra serena del Casone si alternerà a zone di erba naturale. Fondamentale risulta quindi l’uso di materiali naturali in questo allestimento che si può definire una “cucina-palcoscenico” che nasce dalla rivisitazione del progetto di De Lucchi realizzato lo scorso anno. Anche i complementi d’arredo e gli accessori usati per completare l’ allestimento saranno ecosostenibili.
La pietra serena è di nuovo protagonista, grazie al Casone, in una manifestazione originale che vuole porre l’accento sulla qualità della vita. Chiaro il messaggio che l’azienda vuole dare: attenzione alla scelta dei materiali in funzione della salute e del comfort delle persone!
Promuovere l’uso di un materiale unico, dalla grande tradizione ed ecosostenibile come la pietra serena significa, per il Casone, promuovere la progettazione di spazi davvero vivibili, funzionali, belli e accoglienti; spazi che sono quindi in grado di esprimere valori estetici ma anche sociali, il tutto all’insegna di qualità e comfort globale nel progetto architettonico.
02.04.2008 | Eventi

Convegno

Superfici architettoniche. La complessita' del restauro
Nella cornice di RESTAURO (Ferrara, 2-5 aprile) la rassegna italiana interamente dedicata al Restauro, alla Conservazione e alla Tutela del patrimonio storico-artistico, architettonico e paesaggistico, si svolgerà, nella giornata di venerdì 4 aprile, il convegno organizzato dall’Istituto Superiore per la Conservazione ed il Restauro (ex Istituto Centrale per il Restauro): "RESTAURO ARCHITETTONICO: L’ATTENZIONE ALLA COMPLESSITÀ". I contributi si concentreranno sulle problematiche cruciali del restauro architettonico, legate alla conservazione dei materiali. Saranno messi a confronto il mondo della pratica di cantiere e quello della teoria progettuale, portando in primo piano aspetti della ricerca particolarmente complessi, quali la conservazione delle superfici architettoniche esposte all’aperto, la copertura delle aree archeologiche, l’interazione tra strutture murarie e pertinenze decorative interessate da danni statici o da fenomeni di umidità, il rapporto tra nuove e antiche strutture, l’architettura dell’illuminazione in coerente equilibrio tra aspetti conservativi e percezione dell’opera.
Il salone è patrocinato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri, dal Ministero degli Affari Esteri e dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali.
www.salonedelrestauro.info

../../media/post/pag_92.jpg

Programma
Apertura dei lavori: Caterina Bon Valsassina, Direttore dell’Istituto Superiore per la Conservazione e il Restauro (ISCR)
Presiede: Eugenio Vassallo, Professore, Istituto Universitario di Architettura di Venezia

Interventi:
- L’attenzione al restauro architettonico nell’attività dell’ICR, inquadramento storico e metodologico
Pio Baldi, Dirigente Generale, Ministero per i Beni e le Attività Culturali
- Sistematica della documentazione e progetto di restauro
Francesco Sacco, architetto ISCR
- Sistemi di rilevamento e nuove tecnologie
Stefano D’Amico, architetto ISCR
- Progetto Coperture
Graziella Flamini, architetto ISCR, Claudio Prosperi, architetto ISCR
- Problemi di conservazione delle superfici dell’architettura: diagnosi, progetto, cantiere
Gisella Capponi, architetto ISCR
- L’interazione tra strutture murarie e pertinenze decorative
Donatella Cavezzali, architetto ISCR
- Risanamento dall’umidità, stabilizzazione microclimatica, contesto ambientale
Maria Pia Micheli, architetto ISCR
- Il risanamento dall’umidità in presenza di apparati decorativi: la chiesa di S. Eligio degli Orefici a Roma
Annamaria Pandolfi, architetto ISCR
- Dopo il restauro
Bruno Mazzone, architetto ISCR
21.02.2008 | Eventi

Il CASONE al convegno "L'invenzione del futuro"

Appuntamento a Napoli, il 7 e l'8 marzo
../../media/post/pag_80.jpg

Il CASONE è tra le aziende sostenitrici del convegno “L’invenzione del futuro” che si svolgerà a Napoli nelle giornate del 7 e 8 marzo, presso il centro Congressi Federico II.
Un appuntamento importante, dedicato ai temi più attuali del mondo dell’edilizia che nella prima giornata affronterà quattro macro temi individuati nel programma come “quattro sfide”:
  1. Gestione degli appalti e progettazione esecutiva
    relatori:  Romano Del Nord, Università di Firenze e Domenico Crocco, Direttore Generale per la Regolazione dei Lavori Pubblici, Ministero delle Infrastrutture; moderatore: Luca Gibello, Caporedattore del «Il Giornale dell’Architettura»
  2. Innovazione tecnologica e competitività
    relatori: Fabrizio Schiaffonati, del Politecnico di Milano e da Ambrogio Prezioso, Presidente ACEN - Associazione Costruttori Edili Napoletani; moderatore: Giuseppe Biondo, Direttore della rivista «Modulo»
  3. Sostenibilità e consumo delle risorse
    relatori:  Salvatore Dierna, Università di Roma “La Sapienza” e Luciano Tortoioli, Direttore Politiche Territoriali Ambiente e Infrastrutture Regione Umbria, coordinatore del Coordinamento tra le Regioni; moderatore: Maurizio Favalli, Direttore della rivista «Costruire»
  4. Domanda di management del processo edilizio e nuovi modelli di offerta
    relatori:  Aldo Norsa, Università IUAV di Venezia e Rita Finzi, Direttore Progetti Speciali del C.C.C. – Consorzio Cooperative Costruzioni Soc. Coop; moderatore: Livia Randaccio, Direttore della rivista «Il Nuovo Cantiere»
La seconda giornata invece sarà dedicata ad un FORUM dal titolo: “La qualità dell’ambiente costruito: gli scenari della ricerca europea e il ruolo della Società Italiana di Tecnologia dell’Architettura (SitdA)” al quale parteciperanno importanti personalità politiche, del governo del territorio e dell’edilizia.

Il convegno, infatti, è organizzato da SitdA (www.tecnologi.net), Società Italiana Tecnologia dell’Architettura, realtà nata nel 2007 per costituire un’ampia e inclusiva rete di docenti universitari e cultori della materia, nell’area della Tecnologia dell’Architettura.

Questi i suoi obiettivi principali: collegare università, professioni, istituzioni; attuare politiche di ricerca di alto profilo; sedimentare nel settore disciplinare una cultura dell’internazionalizzazione; divulgare la ricerca; promuovere un approccio multi e transdisciplinare della tecnologia dell’architettura; contribuire ai processi normativi; assistere le istituzioni nel controllo e nella valutazione della qualità edilizia; cooperare con il sistema educativo nazionale nella formazione; fungere da riferimento culturale valorizzando l’eccellenza.

Eccellenza e qualità architettonica, quindi, che sono anche obiettivi primari di aziende come IL CASONE che nella partnership con il network SITdA proietta i propri obiettivi di conoscenza e divulgazione tecnica, indiscutibili elementi di crescita e competitività.

../../media/post/pag_79.jpg

PROGRAMMA DEL CONVEGNO

Venerdi 7 marzo
- ore 9.30 Apertura dei lavori
Introduce Claudio Claudi de Saint Mihiel, Università di Napoli “Federico II”
Saluti ai partecipanti da parte dei rappresentanti di Istituzioni ed Enti
- ore 10.00 Presentazione della Società SITdA
Paolo Felli, Università di Firenze
- ore 10.30 La Tecnologia dell’architettura e il governo dei Progetti complessi
“Quattro sfide”:

GESTIONE DEGLI APPALTI E PROGETTAZIONE ESECUTIVA
Romano Del Nord, Università di Firenze
Domenico Crocco, Direttore Generale per la Regolazione dei Lavori Pubblici, Ministero delle Infrastrutture
Modera il dibattito: Luca Gibello, Caporedattore del «Il Giornale dell’Architettura»

INNOVAZIONE TECNOLOGICA E COMPETITIVITÀ
Fabrizio Schiaffonati, Politecnico di Milano
Ambrogio Prezioso, Presidente ACEN - Associazione Costruttori Edili Napoletani
Modera il dibattito: Giuseppe Biondo, Direttore della rivista «Modulo»

Ore 13.30 Colazione-buffet

Ore 15.00
SOSTENIBILITÀ E CONSUMO DELLE RISORSE
Salvatore Dierna, Università di Roma “La Sapienza”
Luciano Tortoioli, Direttore Politiche Territoriali Ambiente e Infrastrutture Regione Umbria, coordinatore del Coordinamento tra le Regioni
Modera il dibattito: Maurizio Favalli, Direttore della rivista «Costruire»

DOMANDA DI MANAGEMENT DEL PROCESSO EDILIZIO E NUOVI MODELLI DI OFFERTA
Aldo Norsa, Università IUAV di Venezia
Rita Finzi, Direttore Progetti Speciali del C.C.C. – Consorzio Cooperative Costruzioni Soc. Coop.
Modera il dibattito: Livia Randaccio, Direttore della rivista «Il Nuovo Cantiere»

Sabato 8 marzo
- ore 9.30 FORUM: La qualità dell’ambiente costruito: gli scenari della ricerca europea e il ruolo della Società Italiana di Tecnologia dell’Architettura
Virginia Gangemi, Università di Napoli “Federico II” e Roberto Palumbo, Università di Roma “La Sapienza”:
“10 domande a”:
Luigi Nicolais, Ministro per le Riforme e l’Innovazione nella Pubblica Amministrazione
Alfonso Andria, Parlamentare Europeo, Membro Commissione Europea Sviluppo Regionale
Ezio Andreta, Presidente APRE – Agenzia per la Promozione della Ricerca Europea
Fulvio Obici, Responsabile Comunicazione PON Ricerca e Competitività 2007/2013/ Direzione Generale per il coordinamento e lo sviluppo della Ricerca Ufficio programmi operativi comunitari
Riccardo Giustino, Vicepresidente ANCE - Associazione Nazionale Costruttori Edili
Ennio Cascetta, Assessore ai Trasporti della Regione Campania
Franco Martini, Segretario Generale Fillea - CGIL
Giannegidio Silva, Presidente M.N. Metropolitana di Napoli S.p.A
- ore 12.30 Conclusioni
Gabriella Caterina, Università di Napoli “Federico II”
   
- ore 13.30 Colazione-buffet

- ore 15.00 Assemblea dei Soci
Conferimento nomina Socio Onorario a Edoardo Vittoria
Elezione del Consiglio Direttivo della Società Italiana di Tecnologia dell’Architettura
Approvazione Regolamento

Contatti:
convegnositda2008@gmail.com
telefono: +39 081 2538743; +39 081 2538444
fax: +39 081 2538717
13.02.2008 | Eventi

MADE Expo. Un successo speciale per il team Tetra Pack

Esprimere la valenza dell'integrazione in edilizia
../../media/post/pag_78.jpg

Oltre 170mila, di cui 154mila italiani e 16mila stranieri, è il numero dei visitatori registrati nelle cinque giornate della prima edizione di MADE expo, l’innovativo appuntamento che Milano ha dedicato all’edilizia e all’architettura, dal 5 al 9 febbraio.
All’interno di questa cornice internazionale, che ha proposto il meglio della filiera edile, IL CASONE si è presentato in squadra con altre 7 aziende, portando in fiera “una fetta” degli uffici Tetra Pak Packaging Solutions di Modena, realizzati su progetto dello studio Trombini.
Obiettivo: esprimere la valenza dell’integrazione, intesa come qualità che viene dal dialogo tra sistemi e soluzioni tecnico-architettoniche al top, in grado di assicurare uniformità estetica, potenziare le tecnologie per il benessere termico-acustico e per l’efficienza energetica di tutto l’edificio.
La folta affluenza di operatori presso lo stand ha confermato l’interesse e l’attenzione di architetti, ingegneri, giornalisti e operatori del settore verso un progetto così innovativo, particolarmente apprezzato per gli alti standard di qualità, sicurezza e valore estetico.
Il merito del successo va a tutte le aziende coinvolte, che hanno accolto con entusiasmo la sfida della Tetra Pak e dello studio Trombini, a cui va il riconoscimento di un’idea forte, capace di integrare comfort, soluzioni high-tech, attenzione al dettaglio e alla texture dei materiali:


../../media/post/pag_77.jpg

Ricordiamo che in questo gioco di squadra IL CASONE ha fornito i propri materiali e il proprio know-how per la realizzazione delle pavimentazioni in pietra, confermando la perfetta conoscenza del materiale, derivante da una lunga tradizione familiare, ma anche la volontà di aprirsi a nuovi e più attuali impieghi, per esprimerne le qualità migliori del lapideo, sia in termini di estetica sia in termini di prestazioni tecniche.
Un team davvero eccezionale, quindi, di cui fanno parte: Schüco che cura la realizzazione delle facciate esterne, Comfort System e Hatek che seguono gli aspetti della climatizzazione, Pancaldi che fornisce i controssoffitti, Goldbach per i massetti tecnologici, Gemino per il sistema gx pareti-controsoffitto e pavimenti, Targetti per l’illuminazione e Flex per la comunicazione visiva.
carica altre news
top