news

le ultime novità di Casone

06.05.2014 | News

Casone App. Da oggi su App Store

Innovativo strumento per rimanere aggiornati



La nuova app di Casone

È disponibile da oggi la nuova app di Casone, un innovativo strumento per essere sempre aggiornati su tutti i materiali e le novità dell’azienda. Al suo interno una vastissima gamma di pietre d’eccellenza corredata da tutte le informazioni necessarie e aggiornate in tempo reale.

L’applicazione, strumento di lavoro indispensabile, si rivolge a un vasto pubblico di designers, architetti, specifiers e rivenditori e offre un’ampia panoramica sui numerosi materiali lapidei dell’azienda.

Scaricala subito e prova a spaziare tra le pietre e le relative finiture per trovare il giusto elemento adatto agli impieghi più diffusi – pavimenti per interni ed esterni, rivestimenti di parete – ma anche per oggetti di design innovativi o per espressive e raffinate applicazioni classiche.

Scarica e naviga 

03.12.2012 | News

Catalogo pietre

Nuovi materiali e finiture

Online da pochi giorni, il nuovo Catalogo Pietre IL CASONE presenta un’offerta ulteriormente ampliata rispetto alla versione precedente, sia per i materiali sia per le lavorazioni. Concepito come strumento di immediata e semplice consultazione, offre una panoramica esaustiva e dettagliata, mostrando per ciascuno dei 37 materiali le possibili finiture tra le 16 disponibili. Per ogni materiale è possibile scaricare la scheda descrittiva, previa registrazione.

> nuovo catalogo di pietre

19.01.2012 | News

ARTE FIERA OFF. A Budrio le opere di Giacomo Cossio

29 gennaio-20 febbraio 2012

Mostra Giacomo Cossio
Sono sculture, installazioni, ritratti in cui la dimensione materica, espressa in elementi assemblati, accostati e composti, genera opere dalla potente forza espressiva: i lavori di Giacomo Cossio saranno a Budrio, presso le Torri dell’Acqua, in una mostra curata da Martina Cavallarin, organizzata dal Comune di Budrio e dalla Fondazione Giorgio Cocchi con il supporto dell’azienda IL CASONE.

Come scrive la curatrice “I suoi lavori sono organismi in trasformazione preceduti e manipolati da un processo frenetico che fagocita la sua storia individuale, il suo lessico familiare, per restituirla spogliata da nostalgie e recriminazioni, ma recuperata nella sedimentazione di oggetti d'uso quotidiano arrotolati e imbrigliati in un bolo vitale e cromaticamente straniante: colori primari, accesi, acidi”.
Opere in cui la tridimensionalità si fa portavoce di un tentativo, esasperato ma anche obiettivo, di rappresentare le cose, di cogliere la realtà, intesa come oggetti che riprendono forma sollecitati dalla memoria personale e collettiva. La mostra fa parte del circuito ARTE FIERA OFF, gli eventi organizzati a Bologna e in Emilia-Romagna in concomitanza con Arte Fiera Art First.

Mostra Giacomo Cossio - M41


Corpi Piante Macchine,  tentativi di realtà,
opere di Giacomo Cossio

Le Torri dell’Acqua,
Via Benni 1
Budrio (Bologna)
www.letorridellacqua.it

mostra realizzata con
il contributo di Il Casone

28 gennaio > 20 febbraio 2012
Ingresso: libero
Apertura: sabato e domenica dalle 16 alle 18:30 e su appuntamento
Inaugurazione: sabato 28 gennaio h 18.00

25.11.2011 | News

Progettare con le pietre arenarie

Il volume nato dalla collaborazione tra il Casone e l’Università degli studi di Udine

Risultato del lavoro di ricerca sviluppato  da  il Casone e il Dipartimento di Ingegneria Civile e Architettura dell’Università degli Studi di Udine, il volume "Progettare con le pietre arenarie" è una guida che presenta le arenarie, pietre naturali, e fornisce in chiave contemporanea le indicazioni tecniche per la realizzazione di progetti che vedono l’impiego di questo materiale, sempre più apprezzato nell’architettura contemporanea.

Lo sviluppo dei processi di cavatura e di trasformazione, l'evoluzione dei sistemi di posa e dei trattamenti di finitura permettono infatti di plasmare la pietra alla pari degli altri materiali; l'essenza della materia è alla base del progetto tecnologico che, consapevole delle tecniche innovative, permette di declinare in modo contemporaneo l'architettura di pietra, tra recupero della tradizione e nuove tendenze internazionali. In questo contesto, il volume si colloca con l'intento di supportare l'attività dei progettisti fornendo in chiave contemporanea le indicazioni tecniche, funzionali alla costruzione di elementi in pietra. Le arenarie sono l'occasione per indagare i paradigmi attuali del progetto tra regole formali e vincoli funzionali; le arenarie sono pietre sedimentarie clastiche caratterizzate da cromie naturali e tessiture omogenee, manufatti lapidei da sempre impiegati nelle costruzioni ed oggi oggetto di suggestive esperienze compositive.



N. Pagine: 161 + DVD
Collana: Politecnica
Editore: Maggioli
Anno: 2011
Autore: Christina Conti, con la collaborazione di Francesco Steccanella,
Giovanna Astolfo, Pietro Bernardis
Prefazione: Alfonso Acocella

>Editoria

12.01.2011 | News

Pietra Serena

Qualita' del prodotto e sostenibilita' ambientale
../../media/post/pag_645.jpg

Il nuovo libro sulla Pietra Serena


Si intitola “Pietra Serena – Qualità del prodotto e sostenibilità ambientale” il nuovo volume pubblicato da Libria e dedicato al mondo dei materiali lapidei.
Il volume riporta i risultati di una ricerca condotta sulla Pietra Serena e sul relativo comparto estrattivo e produttivo; si tratta di un lavoro promosso dalla regione Toscana nell’ambito del Progetto TI-POT2 al quale hanno partecipato, oltre a IL CASONE, diversi soggetti, pubblici e privati, tra i quali, il “Consorzio le città delle pietre ornamentali”, il Dipartimento di Restauro e Conservazione dei beni architettonici e quello di Tecnologia dell’architettura e design Pierluigi Spadolini dell’ateneo di Firenze.
Due le parole chiave che hanno guidato la ricerca e che compaiono anche nel titolo del libro: qualità e sostenibilità. Il primo concetto riporta alla tracciabilità e alle caratteristiche prestazionali della pietra lavorata, nell’ottica di una conoscenza sempre maggiore del materiale e dei suoi impieghi. Si parte dal presupposto che una cava è una realtà complessa dove non tutte le pietre estratte hanno le medesime caratteristiche: è necessario quindi rendere trasparente tutta la filiera che ha portato alla realizzazione di un prodotto e alla sue applicazione finale, con l’intento di mettere in relazione le qualità tecnico prestazionali con le condizioni d’uso e di contesto.
Per sostenibilità invece si intende quella relativa ai processi e alle procedure che sono alla base della lavorazione della pietra. Il volume si articola in due sezioni principali e termina con un saggio. La prima sezione porta la firma di Maria Chiara Torricelli ed entra nel merito del rapporto tra materia, lavoro, opere e territorio.
La seconda è curata da Carlo Alberto Garzonio ed ha carattere geologico, tratta infatti del degrado della pietra con  la finalità di individuare buone prassi nella scelta del prodotto e soprattutto della sua messa in opera.
Infine, la parte curata da Franco Montanari propone una narrazione per immagini che affianca i temi trattati per permetterne una maggiore comprensione e conoscenza. Il saggio conclusivo, a firma di Michela Sarzotti, approfondisce proprio il tema del “ruolo della componente visiva nel processo di comunicazione scientifica”.
Questo progetto editoriale è un libro di architettura che fa il punto su aspetti tecnologici e  geologico-ambientali, e definisce le buone prassi relative alla lavorazione della pietra. Un libro, in definitiva, che tiene in considerazione sia il territorio in cui viene estratta e lavorata la pietra, sia quello dove essa viene invece messa in opera. L’obiettivo è contribuire ad una maggiore conoscenza nell’utilizzo dei materiali lapidei, esigenza individuata dalle aziende che estraggono e lavorano la Pietra Serena, soprattutto per poter fornire le giuste garanzie agli utenti finali e acquisire maggiore competitività nel mercato internazionale.



Titolo Pietra Serena – Qualità del prodotto e sostenibilità ambientale
Editore Libria, Melfi – prima edizione ottobre 2010
A cura di Carlo Alberto Garzonio, Franco Montanari, Maria Chiara Torricelli
Pagine 93
Informzioni www.librianet.it
05.07.2010 | News

Milano, 30 giugno. Presentata la selezione ADI Design Index 2009

IL CASONE, tra i migliori del 2008, con LA CAVA di Claudio Silvestrin
../../media/post/pag_573.jpg

E' stato presentato mercoledì 30 giugno, nel Salone d'Onore della Triennale di Milano, il decimo volume ADI Design Index, che raccoglie la selezione dei migliori prodotti usciti nel 2008. Il volume, con il precedente ADI Design Index (più quello successivo) andrà a comporre la triade delle pubblicazioni che permetterà, a una giuria internazionale, di scegliere i meritevoli del XXII Premio Compasso d’Oro, nel primo semestre 2011.
Il catalogo illustra circa 140 prodotti e servizi, usciti per la prima volta sul mercato nel 2008, scelti per le loro qualità innovative e produttive. La selezione è stata, come nella tradizione, severa: dalle 12 Delegazioni territoriali di ADI sono pervenute oltre 1.800 segnalazioni, con un incremento del 50 per cento rispetto all’anno precedente.
IL CASONE, con il progetto LA CAVA, di Claudio Silvestrin,  è stato selezionato per l'area Exhibition Design. Il progetto, già vincitore del Best Communication Award, riproduce la suggestione della buccia d’arancia, trasferita alla fisicità della pietra; la pietra sembra srotolarsi progressivamente, accompagnando il visitatore al cuore del padiglione.
carica altre news
top