realizzazioni

tutti i progetti di Casone

07.05.2009 | Realizzazioni

Ambienti da Amare

Stand espositivo Sun 2008
../../media/post/pag_294.jpg

Frassinago Lab per Frassinago18 Insideout progetta per l’edizione 2008 di Sun un allestimento fortemente legato al mondo del mare ed alla location ospitante la manifestazione. Il risultato è un grande parco a tema in cui l’ideogramma di un polpo esteso per oltre 90 metri di lunghezza guida il visitatore tra gli spazi espositivi. In questa rappresentazione simbolica l’ambiente viene frammentato tra specchi d’acqua, isole di terraferma e ponti sospesi.

> recensione
18.12.2008 | Realizzazioni

"La Cava" di Claudio Silvestrin

Stand Il Casone a Marmomacc 2008
../../media/post/pag_159.jpg

Con il progetto “La Cava” intendo esprimere la forza, il valore, l’anima della roccia nella sua totalità, il suo spessore, il suo peso, il suo apparire come forma e come superficie.
Superficie che è essa stessa co-essenza dell’essere roccia.
Questo progetto ci fa percepire che la crosta non vuole separarsi dal cuore della roccia, che esiste invece un tutt’uno, un’unità.
L’energia della roccia consiste in questa totalità materica.

Claudio Silvestrin

> recensione
01.12.2008 | Realizzazioni

Via San Nicolò

Riqualificazione urbana
../../media/post/pag_114.jpg

Via San Nicolò è un percorso ad utilizzo oggi pedonale a ridosso del sistema di piazze e spazi pubblici monumentali del centro di Trieste, dove è prima parallela di Corso Italia, tra via Dante e mare. In vera prossimità dunque delle piazze monumentali, estende al proprio calpestio l’uso di colombino ed aurisina in spessore 8 cm, rispettivamente fiammato e bocciardata.

> recensione
15.11.2008 | Realizzazioni

Villa Brandoli, a Castelvetro

Edificio residenziale
../../media/post/pag_152.jpg

Sul primo appennino modenese incontriamo la rivisitazione in senso monumentale d’un fabbricato colonico d’ampie consistenze, a firma dello Studio Bentivogli. L’intervento, esteso dalla riqualificazione del volume principale alle sistemazioni esterne anche a verde, sceglie i componenti tipici del linguaggio classico degli ordini architettonici quali elementi su cui lavorare per ottenerne strumenti di coerenza di segno ed indicatori di qualità.

> recensione
07.10.2008 | Realizzazioni

Il Casone a SUN

La pietra del Casone per "AMBIENTI D'aMARE"
../../media/post/pag_132.jpg
Tra gli eventi importanti della stagione, dopo Marmomacc e Abitare il tempo, il Casone sceglie il SUN, Salone Internazionale dell’Esterno. Progettazione, Arredamento, Accessori che si svolgerà alla Fiera di Rimini dal 16-19 ottobre. Un salone di riferimento internazionale per i professionisti dell’Outdoor, un evento di portata unica.
Un luogo di incontro e confronto per eccellenza per architetti, designer, progettisti, paesaggisti, arredatori, università, imprese, mobilieri, prescrittori, buyer, una grande vetrina dove stile ed emozione, design e colore, innovazione e incanto costituiscono l’anteprima del futuro del vivere en plein air, della libertà di scegliere e muoversi In_ e Out_ door.
La 26^ edizione offrirà tutte le anteprime delle collezioni estive 2009, oggetti di tendenza, ambientazioni fusion, evoluzioni materiche, anticiperà stili e indirizzi, metterà in mostra progettazione e design, sperimentazione, innovazione ed evoluzione di tutto ciò che a 360° è il mondo dell’esterno.
In questa suggestiva cornice l’azienda partecipa ancora una volta “dal vivo” fornendo la pietra per un allestimento accattivante dal titolo “AMBIENTI D’aMARE”
Progettato da Frassinago LAB e realizzato da Frassinagodiciotto, in collaborazione con SUN (Fiere&Comunicazioni + Rimini Fiera), “AMBIENTI D’aMARE” è un allestimento scenografico che riunisce le principali aziende produttrici di arredamento outdoor.
Si tratta di una collaborazione iniziata in occasione del SUN 06 per ricreare, all’interno della manifestazione fieristica, ambientazioni suggestive legate al vivere lo ‘spazio aperto’. Per il 2008 Frassinago LAB progetta un allestimento fortemente legato al mondo marino e al luogo che ospita la manifestazione fieristica.
Lo spazio progettato diviene il ‘parco a tema del design outdoor’ e pertanto, come un ‘ottovolante’ muove il visitatore alla scoperta degli arredi che le aziende propongono per godersi lo spazio all’aperto, arredi di design capaci di adattarsi a seconda dei paesaggi e delle situazioni grazie ai loro materiali e forme.
Il progetto si esplicita in un polipo fuori scala che invade la zona delle piscine e con il suo sviluppo tentacolare cattura di volta in volta elementi strutturali, ambientazioni e oggetti di design outdoor per renderli propri. In tal modo lo spazio esterno delle piscine viene frammentato in diversi luoghi espositivi, rappresentati da diverse “zattere” di legno.
Qui entra in scena la pietra del Casone: le passerelle che collegano queste zone espositive sono costituite da lastre di pietra serena di 150 x 75 cm, distanziate tra loro di 1 cm e posate a filo d’acqua, per rendere più suggestivo il camminamento. La pietra sembra così galleggiare e la sua materialità vibra anche nel riflesso dell’acqua che la circonda.
Ma anche all’interno della “testa” del polipo la pietra del Casone fa la sua comparsa: la pavimentazione in pannelli verniciati nelle tonalità verde-blu alternate, che richiamano i colori del mare, sono infatti interrotte da tappeti in ‘giallo etrusco’, ovvero lastre di pietra arenaria. Quale modo migliore per esprimere, attraverso la tonalità del colore di queste lastre di pietra, l’idea della sabbia marina?

La pietra del Casone esprime in questo allestimento il suo adattarsi ad un ambiente artificiale e fantastico ma allo stesso tempo fortemente evocativo di un’idea di natura e di materia.
Perfetta nel suo colore e nella sua texture, la pietra del Casone si dimostra la migliore scelta per architetti e designer che amano materiali dal carattere forte, intenso, capaci di essere declinati in svariati modi senza mai perdere la propria identità.

www.sungiosun.it
01.04.2008 | Realizzazioni

Piazza De Ferrari a Genova

Riqualificazione urbana
../../media/post/pag_88.jpg

Piazza Raffaele De Ferrari si colloca in posizione distaccata dalla linea di costa tirrenica presidiata da Genova, nel cuore d’una zona urbana  tipicamente monumentale anche negli affacci delle quinte costruite. In questo punto nodale allo smistamento di percorrenze del centro si colloca quasi quale fulcro regolatore dei flussi viari una piattaforma rialzata di forma circolare.

> recensione
carica altre news
top