A'Mare Paesaggi

  Rimini 
In occasione del 25° Salone Internazionale dell’Esterno Frassinago18 allestisce negli spazi coperti della Fiera di Rimini porzioni di paesaggi urbani come fossero rubati alla realtà, in una rappresentazione che se pure effimera è in grado di riproporre l’esperienza dello spazio architettonico e le immaginazioni, le aspirazioni e i desideri a cui questo rimanda.
Il concept del Sun 007 è racchiuso forse nel titolo stesso dato a questo allestimento-mostra-installazione, "A'Mare Paesaggi", ovvero l’amore per il paesaggio e per la sua contemplazione, ma anche per il mare.
Il percorso è personale e non solo coinvolge, ma davvero avvolge il visitatore, lo accompagna in un viaggio attraverso contesti differenti, in una sperimentazione continua di diverse discipline come la botanica, l’architettura e il design d’interno. Rendono avvolgente lo spazio i materiali e le forme, seppur coniugati per l’ambiente esterno, così come i colori e le luci invitano ad interagire ed a non fermarsi alla sola contemplazione.
Le lastre pavimentali creano un layout continuo, ma proprio come accade percorrendo un sentiero in natura, talvolta questo s’interrompe, s’innesta in altri materiali che danno percezioni diverse alla vista, all’olfatto, al tatto e all’udito, restituendoci una realtà eterogenea e variopinta pur trattandosi di uno spazio artificiale. Gl’incastri a disegno della pavimentazione creano geometrie perfette e complementari che alimentano l’idea del filo continuo lasciante correre lo sguardo senza ostacoli.
La pietra utilizzata per i percorsi del visitatore s’accosta dunque ad altri materiali come resine, acciaio e legno; l’immediato raffronto accentua della pietra i contenuti propri di durabilità e monumentalità.
I materiali, unitamente ad alcuni specifici oggetti di design, sono capaci di creare suggestioni paesaggistiche: così in un attimo attraversiamo l’ambiente collinare per avere subito dopo la sensazione di trovarci sulla terrazza di un’isola mediterranea, con  l’illusione del luogo domestico che ci fa dimenticare d’essere in uno spazio destinato a durare solo per un tempo limitato.