Bulthaup

John Pawson   Milano 

Il mistico minimalismo di John Pawson entra nello showroom Bulthaup di Milano fin dal suo ingresso principale e da lì s’irradia sulle superfici pavimentali - in arenarie grigie squadrate, di grande formato - tramite le sottili linee di fuga tracciate in tonalità più chiara fra le lastre posate a terra. Nel reticolo di base primariamente e degli alzati poi, si materializzano i mobili essenziali ed i gradini della scala, quindi i rivestimenti dei servizi. Entro questa logica, il desk antistante l’ingresso è come estruso entro i moduli del calpestio. La scala è un’incisione precisa della materia a determinare scavi lineari perfetti; la scelta della pietra per la caratterizzazione della scala e del suo vano è anche l’allusione ad un intaglio millimetrico operato nel vero suolo. La geometria di tutto il collegamento verticale risulta severamente controllata; l’unica variabile pare essere la componente di luce naturale ed artificiale, in grado di esaltare i volumi netti e di arricchire la tavolozza cromatica secondo le tonalità accese delle parti più esposte, e cupe di quelle ombratili, ma unicamente sulle scale del grigio. Si giunge ad un ulteriore piano in cui si conferma la continuità materica del calpestio, vero filo conduttore del percorso di visita. Le arenarie sono qui declinate anche in posa verticale, nei servizi e negli interni di un hammam, a testimoniare la convivenza già ovvia in natura fra pietra ed ambienti umidi, come pure ad ingaggiare accostamenti sempre felici con i materiali naturali quali i metalli, l’acqua ed il legno. L’ambiente bagno è un esercizio monomaterico in cui anche lo specchio gioca a riprodurre il paramento lapideo delle partizioni verticali. Il lavabo scolpito nell’unico blocco perviene a rese superficiali, visive e tattili, come velluto. La pietra riveste e nasconde gli sportelli necessari alle apparecchiature a corredo, quindi le porte. Riguadagnato il piano d’ingresso, seguendo la luce naturale rimiriamo lo spazio dall’esterno, dove l’applicazione di lastre a parete offre l’elegante fondale scuro al logo aziendale ed un contrappunto solido alle trasparenze delle vetrine.