Cartier "Cité du Retiro"

Ricardo Bofill   Paris 
Pietra preziosa incastonata nel centro storico parigino, la sede per uffici Cartier di Ricardo Bofill lascia percepire dalle facce traslucide scenari di rigoroso disegno. Le ambientazioni interne, ora volte alla caratterizzazione austera, ora aperte a presenze cromatiche di color rubino, sono ugualmente sostenute dal piano pavimentale omogeneo, uniforme, restituito dal filo diamantato con geometria regolare.  
Al primo caso l'arenaria grigia, fattasi tappeto dai nodi sottili, concorre per armoniosa continuità tonale, ammorbidendo le vicinanze di bagliori e profondità ombratili; nel secondo, più tipico delle aree di comunità, si fa invece lavagna su cui scrivere a piacimento con gessi sgargianti ed effetti di luce. Il giunto sottile segna minimamente il reticolo di posa. Le intromissioni di piedritti ed arredo mai scalfiscono il tratto netto di piano orizzontale.  
La liquidità per così dire dei toni degli orizzontamenti in pietra serena ben si sposa con quella dei cristalli retrosmaltati caratterizzanti la buona parte dei paramenti di volume costruito.
La soluzione dei calpestii in materia lapidea quale prosecuzione dei selciati esterni, fa pendant con la reiterazione della medesima applicazione ai vari piani, assecondata sempre da ampie quantità di luce naturale su diverse giaciture dei cristalli, come facce tagliate di diamante, a rifrangere in modi inattesi sui piani orizzontali e verticali interni. Il ricorso ai lapidei a finitura dei piani produce un connettivo silenzioso ed elegante fra gli elementi della scala urbana come di quella dell'ufficio.
Firma contemporanea d'assoluto valore, Ricardo Bofill si è sempre segnalato per l'interesse particolare alla cifra stilistica consolidata nell'architettura dei luoghi, reinterpretata e riproposta dichiaratamente con riconoscibile fare post-moderno. Qui la tradizione d'area francese nelle applicazioni coinvolgenti metalli ed impasti silicei ha la meglio su qualsivoglia ingerenza di vocabolario locale, semplicemente riflessa dagli affacci vetrati.