laRinascente

Claudio Silvestrin / Giuliana Salmaso   Milano 

Alla ricerca di nuove motivate spazialità commerciali, i progettisti hanno trovato risposte accattivanti nell’ibridazione della tipologia del grande magazzino ed in quella compresente del negozio. Dalle tipicità del supermarket derivano le misure ed i sistemi distributivi principali, su cui s’innestano negozi, dedicati a brand specifici, questa volta secondo l’uso dei centri commerciali. Colmano il grande open space, collocato al piano interrato del centro cittadino milanese, scaffalature bianche, basse, regolari, luminose; sopra di esse sono in esposizione ed in vendita i migliori articoli internazionali del design per la casa. Il colore bianco, unitamente alle altre tonalità – tenui, uniformi - caratteristiche dello spazio, desidera essere silenziosamente sfondo agli oggetti esposti, veri protagonisti dell’ambiente. L’altezza contenuta permette al fruitore di cogliere l’intera dimensione dell’esposizione al primo sguardo, e di comprenderne serenamente l’organizzazione. La regolarità contribuisce all’idea di ordine e di chiarezza indotta sul visitatore quale naturale conseguenza. L’integrazione luminosa sulla sommità degli arredi ne accentua le direttrici geometriche, facilitando all’occhio il compito inconscio della lettura dello spazio. Come un abbraccio, una nicchia curva cinge l’esposizione principale, eccedendo della metà della propria altezza la sommità degli scaffali. Essa determina fisicamente l’orizzonte visivo dell’ambiente, ancor più sottolineato dallo stacco cromatico fra il candore degli arredi e l’ocra dello scavo lapideo nella parete perimetrale. La presenza litica porta materia naturale solida all’interno dello spazio intriso dei caratteri della produzione industriale. Si contrappone con la propria storia alle durabilità finite e limitate degli oggetti. Si propone in lastre di grande formato dall’andamento curvilineo, scavato nel maggior spessore originario. Si dichiara sottile, sopravanzando leggermente le pareti ospitanti. S’impreziosisce negli effetti di chiaroscuro prodotti dai sistemi d’illuminazione integrata.