Ristorante Bibo

Mimesi 62   Firenzuola 

La cromoterapia mira all’equilibrio psicofisico mediante l’impiego dei colori, in grado di attivare processi mentali e fisici riabilitanti. Facilmente ciascuno può riconoscere come già i colori del cibo siano da soli capaci d’indurre il coinvolgimento sensoriale completo, dal tatto all’olfatto, con interessamento perfino della memoria e del ricordo. Da Bibo i colori delle pareti storiche, dei piatti e della carne, sono serviti nelle sale ed anche riproposti negli anditi accessori, riscattati dalla mera funzione di servizio. Come una carta da parati in listelli lapidei, quattro cromie alternate foderano le pareti, e le nicchie e gli sguinci in esse comprese. I gialli, il rosso ed il bianco – per le culture classiche addirittura i colori degli elementi primari – sono dinamicamente composti secondo ritmi incostanti e spessori differenziati. Una fascia orizzontale suddivide il disegno in due parti, in cui sopra e sotto non combaciano volutamente, e inducono ulteriore stimolo visivo a chi osservi. Quando lo sguardo incontra le immagini riflesse dagli specchi, il disegno si moltiplica e le dimensioni si contraggono, ovvero si dilatano, a seconda delle angolazioni. L’illuminazione artificiale, con la complicità della tinta sommitale bianca alle pareti, pure illude circa la reale consistenza degli elementi, alleggerendo gli spessori dei solai e le capacità portanti delle membrature rivestite. All’interno delle verticali, insistite dalla fuga di posa in colore neutro, i radiatori colgono l’occasione per dissimulare la fisicità delle proprie colonne, ed alcuni accessori per nascondersi: botole a corredo delle componenti impiantistiche vestono ad esempio gli stessi colori dell’intorno. Il lavabo in nicchia annulla la soluzione di continuità fra le quattro essenze lapidee, normalmente costituita dal giunto, e s’inserisce nella gabbia cromatica delle pareti adiacenti. La naturalità degli inserti in legno condivide la filosofia del progetto, allineata all’idea di completa genuinità delle proposte di cucina, così come degli spazi.